“La candidata alla presidenza della Commissione UE, Ursula Von der Leyen, dice che “in mare c’è l’obbligo di salvare le vite” che è una ovvietà conosciuta da tutti ma che sembra detta con l’intenzione di appoggiare l’operato delle Ong che continuano a favorire l’operato degli scafisti e a portare sulle nostre coste migranti clandestini. Questa signora dovrebbe andare a guidare l’Europa? Non mi pare che abbia compreso il voto del 26 maggio, Von der Leyen vuole mantenere lo status quo, facendo del nostro Paese il campo profughi d’Europa. No grazie.” Così la senatrice Daniela Santanché (Fdi).

Comments

comments