“Il decreto rilancio, come tutti i decreti di questo Governo, pecca in più punti, uno su tutti la famiglia, che è stata totalmente umiliata ed abbandonata. Le famiglie Italiane durante tutta questa emergenza, si sono rimboccate le maniche ed hanno fatto il possibile per non “morire”, credendo alle varie promesse del Premier Conte, sperando così di riuscire a superare l’emergenza, ed invece come consuetudine del nostro attore protagonista, sono ancora in attesa di aiuti che chissà quando arriveranno, vedi la cassa integrazione, la liquidità alle imprese; però si è scusato per la lentezza e ritardi, ma nessuno gli ha detto che con le scuse non si pagano le bollette, gli affitti e tanto meno si fa la spesa???? Si è divertito a dare briciole alle famiglie con qualche piccolo spot totalmente insufficiente. Serve molto di più dobbiamo restituire alle famiglie la forza e l’efficacia per tornare il fuoco della società”. Lo dichiara la Senatrice Daniela Santanchè (Fratelli d’Italia).

Comments

comments